4.225 13

Alfredo.


Premium (Basic)

Kommentare 13

  • gaia.rampon 3. Dezember 2020, 19:30

    Una  “natura morta” molto ben congeniata. Geniale l’idea del camouflage “fallito” dove il pesce benche morto tenta un inutile travestimento mimetizzandosi con la pietra. Ottima.
  • Giorgio Montani 30. November 2020, 16:54

    Vedo caro Alfredo che la forchetta infilzata genera qualche complesso di colpa, ma la tua precisazione pone fine alla questione. In ogni caso l'aringa è passata da tempo nell'al di là, e quindi l'infilata sarebbe completamente indolore. Adesso passiamo all'immagine. il fondo che hai creato sembra una superficie marina e l'animale è più che mai appetitoso! Ciao.giorgio.
    • Alfredo. 30. November 2020, 17:08

      Caro Giorgio leggo con piacere il tuo messaggio.Anche se fosse stata freschissima e ancora viva, la forchettata sarebbe stata digitale e quindi indolore. Chiaro però che poi sarebbe finita sui fornelli...
      Con un eccesso di pignoleria, trattasi di una pietra dipinta di nero lucido...ahah
      Ciao
      Alfredo
    • Giorgio Montani 2. Dezember 2020, 14:35

      Io che sono golosissimo di pesce non mi formalizzo più che tanto.
      Alla pietra dipinta non ho pensato. Ottima idea!
    • Alfredo. 2. Dezember 2020, 14:45

      Goloso anch'io e molto! Pensa, tantissimi anni fa cacciavo pesci in immersione, e poi li cucinavo in spiaggia. Ecco ho capito che quello era pesce veramente fresco.Mai più gustato  quel vero sapore in nessun ristorante. Peccato.
      Ciao
      Alfredo
    • Giorgio Montani 2. Dezember 2020, 15:05

      Non dirlo a me che ho passato una vita in mare a pescare con i palamiti! Ciao.giorgio.
  • lucy franco 29. November 2020, 22:14

    sul fondo grigio, le sfumature dorate del pesce risaltano molto bene. La forchetta infilzata (che probabilmente è un apporto di editing) mi inquieta sottilmente, e dire che non sono senza peccato....
    • Alfredo. 30. November 2020, 15:22

      Ti sollevo dalla tua sottile inquietudine, confermandoti che la foto è il risultato di un montaggio di tre immagini...l'aringa non è mai stata infilzata, per un dovuto rispetto a chi è passato a miglior vita.
      Un caro saluto
      Alfredo
  • ann mari cris aschieri 29. November 2020, 20:52

    Mi sono riguardata tutte le tue foto perchè il soggetto mi ricordava un dèjà-vu.
    E' che vedere un pesce inforchettato mi smuove un sentimento di compassione,
    forse perchè è l'unica proteina che sul piatto assomiglia a un animale vivo, non come le bistecche e le salsicce che si può far finta che non lo siano.
    Mi considero una grandissima ipocrita perchè il pesce, al contrario della carne, ogni tanto anch'io lo mangio, seppure non senza sensi di colpa...
    RiP alla povera aringa, ma la foto è un vero capolavoro, Alfred
    CIAo!  cris
    • Alfredo. 30. November 2020, 15:08

      Peschiamo pesci e uccidiamo il bestiame, soltanto per nutrirci. Purtroppo esistono le deprecabili eccezioni. L'aringa è stata inforchettata solo digitalmente!
      Grazie infinite per aver definito capolavoro, questa immagine, ma non se lo merita!
      Ciao Ann
      Alfred
    • ann mari cris aschieri 30. November 2020, 22:10

      Caro Alfred, sai che a questo mondo per ricevere il dovuto riconoscimento bisogna prima morire!  Onde per cui il titolo di capolavoro è largamente dovuto all'aringa immolata. :)))
      Ma no, dai .... non essere troppo modesto: riuscire e destare il mio interesse per mezzo di un semplice pesciolino non è mica da tutti...e io te lo riconosco.
      CIAo!
    • Alfredo. 1. Dezember 2020, 15:19

      Certo, ma io preferisco non aver riconoscimenti, ma godermi ancora molti anni di vita. Sono irrimediabilmente modesto, e mi scuso con chi non apprezza questa cosa.Non sopporto le persone che se la tirano, egocentriche e presuntuose. Ho destato il tuo interesse con una aringa rinsecchita.....fantastico!
      A presto, e una caro saluto
      Alfred