Wir verwenden Cookies, um Inhalte und Anzeigen zu personalisieren und die Zugriffe auf unseren Webseiten zu analysieren. Außerdem geben wir Informationen zu Deiner Nutzung unserer Webseiten an unsere Partner für Emails, Werbung und Analysen weiter. Details ansehen

Was ist neu?
Il treno dei deportati, continua a viaggiare.

Il treno dei deportati, continua a viaggiare.

3.476 13

Aldo Moglie2313


Basic Mitglied, Ancona

Il treno dei deportati, continua a viaggiare.

Il treno dei deportati, continua a viaggiare.

Nel giorno della Memoria da Auschwits,ai Gulag,sia dedicato una volta di più non solo per mai dimenticare, ma anche per ricordare che esistono carnefici di nuova generazione. Secondo Amnesty, sparsi nel mondo esistono a tutt'oggi luoghi di deportazione e di tortura oltre a campi profughi che assomigliano molto ai vari lagher, perché il treno dei deportati non si è mai fermato,la belva umana si aggira ancora per il mondo.
In merito all'Olocausto il Pastore Protestante Martin Niemòller, che ha trascorso 7 anni in un campo di concentramento, nel scrivere i versi di "Prima vennero" ci fa capire come il silenzio e l'indifferenza delle persone e dell'opinione pubblica, fanno si che certe aberranti tragedie possano accadere ancora.


Prima vennero

Prima vennero per gli Ebrei,
e io non dissi nulla
perché non ero Ebreo.

Poi vennero per i Comunisti,
io non dissi nulla
perché non ero Comunista.

Poi vennero per i Sindacalisti,
e io non dissi nulla
perché non ero Sindacalista.

Poi vennero a prendere me
e non era rimasto più nessuno
che potesse dire qualcosa.
(Martin Niemòller)



Brano musicale: " Il violino di Auschwitz "
https://www.youtube.com/watch?v=cUoSphcX214

Kommentare 13

Schlagwörter

Informationen

Sektion
Views 3.476
Veröffentlicht
Sprache
Lizenz

Exif

Kamera Canon EOS 300D DIGITAL
Objektiv ---
Blende 4.5
Belichtungszeit 1/4
Brennweite 33.0 mm
ISO 400

Öffentliche Favoriten