Banality of Evil - When Humanity Falls

Banality of Evil - When Humanity Falls

6.058 6

Banality of Evil - When Humanity Falls

Model: Rachel Ehrlich
Photographer and Post Producer: Maurizio Moroni
The image could include parts of property of different authors. The copyright of every single part belongs to the respective author.

Coloro che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo / Those who cannot remember the past are condemned to repeat it - George Santayana
L’Olocausto è una pagina del libro dell’Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria / The Holocaust is a page of the book of Humanity from which we will never have to remove the memory bookmark - Primo Levi
Le azioni erano mostruose, ma chi le fece era pressoché normale, né demoniaco né mostruoso / The deeds were monstrous, but the doer was quite ordinary, commonplace, and neither demonic nor monstrous - Hannah Arendt
Senza un'informazione basata sui fatti e non manipolata, la libertà d'opinione diventa una beffa crudele / Without the right to unmanipulated factual information all freedom of opinion becomes a cruel hoax -
Hannah Arendt

https://www.youtube.com/watch?v=GaR_1K2uGUs (Auschwitz - Francesco Guccini)
https://www.youtube.com/watch?v=emKGBpLzkwQ (Gam Gam Gam - Nick & Dave and morricone)
https://www.youtube.com/watch?v=PD7M7j1OM8U (Schindler's List - Nancy and David Webb, John Williams)

Merci beaucoup pour vos commentaires! Thank you very much for your comments! Anata no komento o arigato! Grazie di cuore per i vostri commenti! Vielen Dank für Ihre Kommentare! Muchas Gracias por vuestros comentarios!

Kommentare 6

  • Sayaka Shoji 3. Februar 2021, 10:13

    Grandi parole che sgorgano da una grande anime capace di tradurle in immagini. Semplicemente un maestro! Sayaka
  • Ton de Vrind 28. Januar 2021, 1:47

    Molte persone soffrono ancora delle atrocità commesse. Anche nella seconda generazione. Peggio ancora, l'umanità non imparerà mai. Ma gli istigatori delle guerre sono i criminali anonimi che ci guadagnano denaro. Le banche private svolgono un ruolo importante in questo. (traduzione di google - si spera che il messaggio sia chiaro) https://www.instagram.com/p/BxAAtscHVel/?utm_source=ig_web_copy_link
  • Andy Kaja 27. Januar 2021, 15:42

    "Questo vale per tutte le dittature che siano di destra, di sinistra, economiche, virtuali… ogni volta i dittatori per prima cosa manipolano le menti per farsi credere e vedere come salvatori… apparire giganti quando sono solo nani…
    È questo che dobbiamo ricordare quando ci crogioliamo nelle nostre armature di certezze comunicateci da qualcuno… Non dimentichiamo cosa accadde ma anche di accendere il cervello e tenerlo scevro dalle propagande perché è un attimo che riaccada…"
    Ti rispondo con le tue parole che condivido caro Maurizio.
    Tanta gente, troppa, fa finta che non riguarda loro, l'indifferenza e lasciar passare come normali parole e comportamenti pericolosi e bugie/invenzioni colossali contro qualche popolo/nazione o una parte di essa si fa presto ad andare verso la crudeltà.
  • isabella bertoldo 27. Januar 2021, 15:30

    Grazie per la tua esauriente spiegazione,,speriamo che serva anche per qualche nagazionista!!!La tua composizione  molto inquetante ,s,accompagna magnificamente al concetto espresso..Sempre bravissimo Maurizio
  • claudine capello 27. Januar 2021, 6:27

    bravo un beau discours à l appui de cette création ! certaines paroles comme certaines personnes ont la beauté di diable!!!cl
  • Maurizio Moroni (UKPhoto) 27. Januar 2021, 6:06

    Alcuni mi hanno chiesto cosa significhi il titolo e come si correli all'immagine e al tema trattato...
    Come sapete oggi è il Giorno della Memoria e, per la mia storia personale, credo non sia importante ricordare ma indispensabile!
    Ci sono molti libri che testimoniano quello che accadde negli anni di orrore della Seconda Guerra Mondiale e di come l’uomo abdicò alla sua umanità scoprendosi capace di bestialità che nessun animale compirebbe.
    Dietro ogni libro c’è una persona che ha vissuto quegli eventi… tutti hanno sentito nominare “Il diario di Anna Frank” e qualcuno lo ha anche letto… ma ce n’è almeno un altro che tutti, secondo me, dovrebbero leggere e cioè “La banalità del male: Eichmann a Gerusalemme” (Eichmann in Jerusalem: A Report on the Banality of Evil) un saggio di Hannah Arendt
    La lettera “Eichmann a Gerusalemme: resoconto sulla banalità del male” è, anche in questo caso, sostanzialmente il diario dell'autrice, inviata del settimanale New Yorker, sulle sedute del processo ad Adolf Eichmann il gerarca nazista rifugiato nel 1945 in Argentina. Qui fu prelevato dagli israeliani nel 1960, processato per genocidio nel 1961 a Gerusalemme e condannato a morte per impiccagione. La sentenza fu eseguita il 31 maggio 1962.
    La cosa che colpì Hannah Arendt è che si immaginava Adolf Eichmann, in base alle atrocità commesse, come un essere mostruoso, quasi una personificazione del diavolo… Se lo immaginava possente, sprezzante… ed invece, quando entrò in aula… era un uomo normale, persino patetico, banale… come poteva essere quello il mostro capace di atti inenarrabili?
    Nel suo diario Hannah racconta e approfondisce proprio questo concetto… i mostri non sono quelli delle mitologie, i veri mostri possiamo essere noi quando lasciamo che le ideologie, la retorica, la propaganda e le nostre stesse paure ci condizionano al punto di mettere da parte la nostra umanità in funzione di quello che crediamo il bene superiore…
    Questo vale per tutte le dittature che siano di destra, di sinistra, economiche, virtuali… ogni volta i dittatori per prima cosa manipolano le menti per farsi credere e vedere come salvatori… apparire giganti quando sono solo nani…
    È questo che dobbiamo ricordare quando ci crogioliamo nelle nostre armature di certezze comunicateci da qualcuno… Non dimentichiamo cosa accadde ma anche di accendere il cervello e tenerlo scevro dalle propagande perché è un attimo che riaccada…